Casse di previdenza

Disposizioni in materia di investimento delle risorse finanziarie, dei conflitti di interesse e di depositario

Il documento in consultazione sullo schema di regolamento ministeriale di attuazione dell’articolo 14, comma 3, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito con modificazioni dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, stabilisce una serie di adempimenti in materia di investimento delle risorse finanziarie degli enti previdenziali, dei conflitti di interessi e di depositario.

In particolare, le finalità perseguite dallo schema di decreto consistono, essenzialmente, nel tracciare un quadro di riferimento prudenziale nel quale gli Enti previdenziali possono perseguire gli assetti che ritengono ottimali nell’investimento del proprio patrimonio, volto a garantire un’adeguata tutela previdenziale agli iscritti a fronte della contribuzione obbligatoria da questi ultimi effettuata.

Il quadro normativo di riferimento degli Enti previdenziali è stato pertanto completato dal decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, che ha assegnato alla Covip compiti di vigilanza nei confronti degli Enti Previdenziali e funzioni di referto verso i Ministeri Vigilanti (ossia il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Ministero dell’Economia e delle Finanze).

In particolare, l’articolo 14, comma 3, ha previsto che il Ministero dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e la Covip, emani un regolamento con il quale vengono dettate disposizioni in materia di investimento delle risorse finanziarie degli enti previdenziali, dei conflitti di interessi e di soggetto depositario, sulla base della normativa e della regolamentazione in essere per le forme di previdenza complementare di cui al decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252.

In questo contesto la Managers & Partners fornisce i seguenti servizi di consulenza:

  • Assistenza nella predisposizione del documento delle politiche di investimento;
  • Supporto nella stesura del documento sulla politica di gestione dei conflitti di interessi;
  • Attività di Gap Analysis, tesa a valutare la compliance della Cassa di previdenza rispetto a quanto previsto dall’organo di vigilanza Covip.