IAS 39 – HEDGE ACCOUNTING

DETERMINAZIONE DEL FAIR-VALUE E VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI DERIVATI

PREMESSA

Il regolamento europeo n.1606/2002 impone alle società quotate nei mercati regolamentati europei l’adozione dei principi contabili internazionali (IAS/IFRS), a partire dal 1° gennaio 2005, per la redazione del bilancio consolidato. La Commissione europea punta in questo modo ad eliminare le barriere alla negoziazione di titoli tra paesi dell’Unione, assicurando una maggiore trasparenza e comparabilità dei bilanci.

Il regolamento conferisce, inoltre, ai governi degli stati membri la facoltà di prevedere la adozione degli IAS 39 anche per la redazione dei bilanci d’esercizio e di consentirne l’applicazione anche alle imprese non quotate.

In Italia, ad oggi la legge delega prevede che, a partire dall’esercizio 2005, lo IAS19 insieme agli altri principi internazionali, debbano essere applicati nella redazione dei bilanci consolidati dalle seguenti categorie di soggetti:

  1. Società quotate e loro controllate (italiane ed estere) incluse nell’area di consolidamento di Gruppo;

  2. Istituti di credito ed intermediari finanziari sottoposti alla vigilanza della Banca d’Italia e dell’ ISVAP;

  3. Società che emettono strumenti finanziari diffusi tra il pubblico;

  4. Società controllate (direttamente od indirettamente) dai soggetti obbligati di cui sopra, ed incluse nell’area di consolidamento degli stessi, al fine della predisposizione del bilancio consolidato di Gruppo.

La legge delega Italiana ha riconosciuto inoltre ai soggetti obbligati di cui sopra, la facoltà di adottare a partire dall’esercizio 2005, i principi contabili internazionali anche per la redazione del bilancio di esercizio.

Obiettivo degli IFRS, oltre che armonizzare le modalità di redazione dei bilanci, è avvicinare il valore del patrimonio aziendale al valore corrente dell’azienda. In tale ambito l’applicazione dei principi IAS 32 e IAS 39, che introducono in particolare una nuova classificazione degli strumenti finanziari, comporta significative innovazioni anche nella gestione contabile delle operazioni di copertura effettuate mediante l’utilizzo di strumenti derivati.

In particolare lo IAS 39 si focalizza sulla valutazione degli strumenti finanziari specificando l’ambito di utilizzo del fair-value quale criterio di valutazione. Viene dettagliato quando si debba valutare al fair- value e quando al costo storico o al costo ammortizzato. Viene altresì specificato quando portare la variazione del fair-value a patrimonio e quando a conto economico.

I principi contabili internazionali prevedono la rilevazione dei derivati , alla data di stipula del contratto, nel sistema di contabilità generale e la visualizzazione nell’attivo dello stato patrimoniale.

IAS 39

HEDGE ACCOUNTIG – LE OPERAZIONI DI COPERTURA

Nel contesto in cui l’utilizzo dello strumento derivato è formalmente designato a copertura di uno specifico rischio e tale copertura risulta efficace è possibile applicare le regole dell’Hedge Accounting che prevedono regole contabili differenziate per tipologia di coperture.

Uno strumento di copertura è quello il cui fair-value o cash flow dovrebbe compensare, in tutto o in parte, la variazione del fair-value o del cash flow della posta coperta.

Tipologie di copertura:

Fair-value Hedge – copertura dell’esposizione alla variazione del fair-value di un’attività o passività attribuibile ad un particolare rischio che ha effetti sull’utile netto.

Cash-flow Hedge – copertura dell’esposizione a variazioni dei flussi di cassa attribuibili a particolari rischi associati ad attività e passività rilevati in bilancio e che avranno effetti sull’utile netto.

Requisiti di copertura per l’Hedge Accounting:

  • L’esposizione deve essere soggetta ad un rischio ben identificato.

  • Deve esistere una documentazione formale della relazione di copertura e delle strategie e obiettivi di risk management.

  • La copertura deve essere altamente efficace.

  • L’efficacia della copertura deve poter essere misurata e valutata durante l’operazione.

  • Una copertura viene ritenuta efficace se lo strumento di copertura è in grado di generare un futuro flusso di cassa o variazione di fair-value coerenti con quello dello strumento coperto.

  • Il metodo di verifica dell’efficacia dipende dalla strategia di risk management documentata e possono essere adottati diversi criteri per diversi tipi di copertura.

  • Lo IAS39 non specifica un metodo univoco di verifica dell’efficacia.

  • La copertura si dimostra efficace se il rapporto tra la variazione del fair-value o dei flussi dello strumento coperto e dello strumento di copertura è compreso nel seguente range 125%-80%.

  • Possono essere classificati di copertura, e contabilizzati come tali, solo gli strumenti che coprono rischi specifici ed individuabili (e non, per esempio, i rischi generici o d’impresa).

  • L’Hedge Accounting deve cessare se la copertura diviene inefficace ovvero viene a cadere il test di efficacia.

CONTABILIZZAZIONE IAS39

Se il fair-value hedge rispetta i requisiti di copertura prima rappresentati, gli utili e le perdite derivanti dallo strumento di copertura vanno rilevati immediatamente nel conto economico. Gli utili e le perdite sulla voce coperta rettificano il valore di iscrizione in bilancio di tale voce e sono rilevati nel conto economico. Tutto ciò si applica anche se lo strumento coperto è stato in precedenza valutato al costo o al costo ammortizzato.

Se il cash-flow hedge rispetta i requisiti di copertura prima rappresentati, gli utili e le perdite derivanti dallo strumento di copertura vanno rilevati a patrimonio netto. Gli importi rilevati a patrimonio netto dovranno essere stornati e iscritti nel conto economico del periodo in cui contratti e transizioni previste manifesteranno i loro effetti finanziari. Gli strumenti coperti appartenenti alle categorie Held for Trading (HFT) e Avaible for Sale (AFS) sono valutati al fair-value e le variazioni saranno iscritte al patrimonio netto.

CONCLUSIONI IAS 39

Managers & Partners mette a disposizione delle aziende il proprio know-how offrendo supporto professionale nella operazioni di verifica, utilizzando gli strumenti quantitativi necessari, dell’efficacia (a priori e a posteriori) delle coperture al fine di poter applicare le regole dell’ Hedge Accounting (Fair-value Hedge e Cash flow Hedge) che possono ridurre gli eventuali effetti negativi sul conto economico legati all’introduzione delle valutazione al fair-value. Una volta verificata l’efficacia della copertura, Managers & Partners fornisce la necessaria assistenza nelle quantificazione delle variazioni di patrimonio netto e del conto economico determinate dall’applicazione dell’ Hedge Accounting.

Scarica il PDF